La mastoplastica additiva è una delle operazioni estetiche più gettonati in chirurgia in quanto il decolletè per una donna è fondamentale : è il segno di riconoscimento della sua femminilità, oltre all’estetica, fornisce fiducia e autostima. Per questo non sorprende che sia uno degli interventi estetici più richiesti attualmente dalle donne.

L’aumento del seno, consiste nell’ingrandimento del volume mammario con il posizionamento di una protesi mammaria per ottenere il profilo e il volume del seno sognato .

L’ingrandimento del seno si esegue in anestesia locale con sedazione profonda: una pratica anestesiologica meno invasiva dell’anestesia generale, che permette il ritorno alle mure domestiche poche ore dopo l’intervento . Realizzate le opportune incisioni, poste in punti diversi in base della metodologia utilizzata , l’impianto viene collocato nella posizione anatomica decisa (dietro le ghiandole mammarie o retro muscolare).

Come già descritto precedentemente, la metodologia chirurgica più idonea all’inserimento degli impianti protesici varia da paziente a paziente. Gli impianti possono essere posizionati con una singola, limitata , incisione nella piega sottomammaria e inseriti direttamente dietro i tessuti del seno o del muscolo pettorale. Ma i più recenti sviluppi della tecnica di mastoplastica additiva consentono un’ulteriore diminuzione degli esiti cicatriziali grazie all’incisione praticata non più sotto il seno, ma lungo il bordo inferiore dell’areola oppure sotto le ascelle . La preferenza della procedura operatoria così come del modello di protesi mammarie verrà comunque selezionata dal chirurgo estetico in base del caso specifico . Eseguita la mastoplastica additiva ( l’intervento chirurgico esige un tempo inferiore ai 30 minuti ) viene applicata una specifica metodologia di sutura in maniera che , a convalescenza terminata , non permangano segni visibili .
Il seno viene poi coperto da un bendaggio compressivo da tenere per una settimana. Per tutelare le zone rimodellate da probabili micro-traumi , viene suggerito alla paziente di indossare un reggipetto contenitivo per circa 1 mese.

Il costo

Il costo della mastoplastica additiva viene stabilito facendo riferimento a numerosi elementi. Indicativamente il costo dell’aumento del seno è tra i 5.000 e i 6.500 euro.
La procedura della mastoplastica additiva con protesi mammarie ha un costo collegato ad una serie di presupposti che misurano la peculiarità dell’intervento stesso eseguita in sala operatoria a norma con la costante direzione dell’anestesista. Monitoraggio dei parametri vitali prima, durante e dopo l’intervento chirurgico . Collocazione di impianti di straordinaria qualità.

Il costo contempla tutti i costi: sono di conseguenza compresi le retribuzioni del chirurgo estetico e del medico anestesista, i prezzi della sala operatoria e della degenza, gli impianti mammari, le medicazioni post operatorie e i probabili controlli ulteriori a vita.

SHARE
Previous articleQuanto costa correggere la stempiatura?